Curiosità

Il bagno: curiosità e aneddoti

Storie di bidet, wc nello spazio, docce geniali e molto altro.

Servizio indispensabile per la vita di tutti i giorni, antico rifugio per il benessere e l’intimità, l’ambiente bagno con tutti suoi accessori è oggetto di studio e ha collezionato nei secoli fatti curiosi e interessanti. Scopriamone qualcuno insieme.

Il bidet: un vanto italiano

Entrare in un bagno all’estero, guardarsi intorno con espressione perplessa e chiedersi: “Ma il bidet?”.

A tutti gli italiani sarà successo di provare questa sensazione di smarrimento. Il bidet, indispensabile in ogni bagno del Belpaese, sembra non essere così indispensabile fuori dai confini. Ti sei mai chiesto perché?

Certamente la motivazione non è da ricercare nelle scadenti abitudini igieniche del resto del mondo. La sua invenzione infatti si deve ai francesi che lo introdussero tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo e da qui si diffuse in tutta Europa. Ciononostante, proprio dalla Francia è partita la “rivolta” contro il bidet.

Cose da sovrani

Sembra infatti che, sebbene a Versailles fossero presenti più di 100 bidet, nobili e ricchi aristocratici cominciassero a limitarne l’utilizzo, arrivando a etichettarlo come “strumento del lavoro meretricio”, visto che nei bordelli era in grande voga. Andato piano piano in disuso, ha finito per scomparire dai bagni francesi e, di conseguenza, da quelli del resto d’Europa considerato che la Francia rivestiva il ruolo di capofila nel dettare mode e tendenze.

Il merito di aver mantenuto l’utilizzo del bidet in Italia si deve a Maria Carolina d’Asburgo-Lorena, Regina di Napoli, che lo pretese nei bagni delle Reggia di Caserta. Da qui la spiegazione del perché il bidet sia presente principalmente in Italia.

Il mercato dei sanitari ormai presenta tantissimi modelli di bidet, anche di alto design, da abbinare a miscelatori belli e performanti. Delò per esempio vanta un’ampia scelta di miscelatori da bidet: dalle linee classiche, come Maya e Edo, fino a quelle più ricercate e contemporanee con Dado e Tonda, quest'ultima disponibile anche in versione nera opaca.

Se siamo gli unici ad avere il bidet, pretendiamo almeno che sia bello!

Delo blogpost - curiosita bagno - bidet e wc_
Delo blogpost - curiosita bagno - miscelatore dado bidet 3001012_

Curiosità sul WC

Il tempo trascorso sul WC, tra necessità e meditazione, varia molto da persona a persona e ovviamente a seconda del contesto. Alcune statistiche hanno calcolato che in media passiamo 3 anni della nostra vita comodamente seduti sul water.

Scomodo? Sì grazie.

Tempi prolungati però possono creare disagio soprattutto quando il bagno è condiviso o nei bagni pubblici: la British Toilet Association dice stop alle interminabili pause sul wc e lancia sul mercato “StandardToilet”. Si tratta di un originale tipo di wc progettato con una particolare inclinazione che farà passare la voglia di indugiare sulla seduta anche al più incallito dei fannulloni.

L’inclinazione di 13 gradi verso il basso impone una posizione scomoda che provoca una leggera ma fastidiosa spinta sulle gambe, che dopo pochi minuti scatena la necessità di alzarsi e liberare il bagno, con buona pace del prossimo avventore.

Delo blogpost - curiosita bagno - water incllinto e scomodo
Delo blogpost - curiosita bagno - bagni pubblici

I bagni pubblici? Forse non sapevi che…

L’utilizzo della toilette fuori casa può essere un’esperienza non molto piacevole a causa degli standard d’igiene che, specialmente nei bagni pubblici, spesso non sono il massimo.

Molti hanno la non corretta abitudine di ricoprire il copri water con della carta igienica o dei fazzoletti, da gettare poi nel wc. Sapevi che a livello igienico è meno rischioso appoggiarsi direttamente al copri water piuttosto che rivestirlo con la carta igienica?

Il perché è presto detto: la carta igienica e i fazzoletti sono pensati per raccogliere i batteri, assorbendoli. Appoggiandosi a questa barriera fittizia direttamente con la pelle il passaggio di batteri sarà diretto. I copri water invece sono studiati per evitare la diffusione di batteri.

Per il massimo della sicurezza, il nostro consiglio è quello di acquistare degli appositi copri water in materiale non assorbente che si trovano ormai facilmente anche nella grande distribuzione a basso prezzo. L’importante è conferirli nell’indifferenziato a fine utilizzo e non gettarli nello sciacquone.

Bye bye scopino

Un altro accorgimento sull’argomento “WC e dintorni” riguarda lo scopino: questo accessorio di per sé non ha scadenza, ma le setole sono chiaramente soggette ad usura. Per mantenere lo scopino sempre pulito e prolungarne la vita, il consiglio è riempire la base con un detergente per WC che lo igienizzerà ad ogni uso, consentendoti al contempo di pulire al meglio la ceramica del tuo water. È comunque consigliato sostituire periodicamente lo scopino; se vuoi liberarti da questa incombenza puoi sostituirlo una volta per tutte con un idroscopino come Delò SprayJet1 e SprayJet2 che abbiamo descritto anche in un'altro articolo del blog.

Delo blogpost - curiosita bagno - idroscopino Delo Sparyjet

Il WC più grande del mondo

La World Toilet Association, che raggruppa i produttori di toilette, è stata per anni presieduta da Sim Jae-Duck, eccentrico ex Sindaco della città di Suwon City, a circa 40 km da Seoul in Corea del Sud.

Sim Jae-Duck è famoso per le sue doti imprenditoriali ma anche per essersi fatto costruire un’enorme e avveniristica villa proprio a forma di WC, tanto da essere soprannominato Mister Toilet.

La villa, costata ben 1,6 milioni di dollari per una superficie di 420 metri quadrati, dopo la morte di Mr. Toilet avvenuta nel 2009 è stata trasformata in un Museo dei servizi igienici con annesso parco, a fruizione gratuita ma con offerta libera. I proventi ricavati dagli ingressi sono investiti dalla fondazione nata in memoria di Mr. Toilet che come obiettivo ha il miglioramento delle condizioni igienico sanitarie delle toilette pubbliche del mondo.

Doccia a effetto “Eureka!”

La pausa doccia è una delle più rilassanti della giornata; con l’acqua laviamo via preoccupazioni, stress e fatiche di una giornata pesante, ci scaldiamo nelle fredde giornate d’inverno e ci rinfreschiamo dandoci sollievo quando il solleone è insopportabile. Ci sentiamo così rilassati che gli scienziati hanno notato come la doccia sia uno dei frangenti più propizi per i cosiddetti “Eureka moments”, le proverbiali idee folgoranti nate apparentemente dal nulla.

Il momento Eureka si innesca quando siamo impegnati in automatismi e passatempi che non prevedono una particolare concentrazione cognitiva, lasciando quindi libera la nostra mente di vagare anche al di là del nostro controllo. È proprio qui che, slegate da costrizioni e preconcetti, le idee sono libere di farsi varco tra i nostri pensieri. La doccia è, insieme ad altri passatempi come il giardinaggio e lo sport, una delle condizioni migliori per favorire questo meccanismo.

Ma attenzione, rovinare tutto è molto più semplice di quanto si pensi: immagina la tua mente libera che, tutto d’un tratto, viene destata da un getto d’acqua troppo calda o troppo fredda, che fine farà l’idea geniale che aspettavi? Puoi risolvere il problema installando una colonna doccia come Delò Narciso Bliss che, grazie al sistema termostatico, ti consente di regolare e mantenere costante la temperatura dell’acqua; qui trovi un articolo completo sui vantaggi del sistema: magari non arriverà l’idea del secolo, ma almeno il tuo momento relax sarà salvo

Delo blogpost - curiosita bagno - colonna doccia termostatica narciso bliss

Lavabo, lavandino e lavello

Tanti nomi, un solo protagonista. Sembra che il lavabo sia il più antico tra gli accessori che troviamo nei bagni anche al giorno d’oggi e che la sua forma sia rimasta pressoché immutata. Chiaramente in commercio attualmente esiste una vasta scelta tra forme, materiali e colori ma l’idea di base è sempre la stessa: una piccola vasca con acqua nella quale dedicarsi alla quotidiana igiene personale.

L’archetipo del lavabo viene fatto risalire al III secolo a.C., come testimoniato da numerosi reperti antichi.

La necessità di uno strumento per il lavaggio delle mani nasce dai riti religiosi più che da norme igieniche; la purificazione delle mani era necessaria anche per cerimonie di tipo civile, politico e giudiziario.

Lavarsene le mani” poi è diventato anche un modo di dire che identifica la volontà di disinteressarsi di un argomento o di un avvenimento, lasciando la decisione ad altri: com’è noto, questa espressione ha origine dal gesto di Ponzio Pilato che, demandando alla volontà popolare le sorti di Gesù di Nazareth, ne firmò la condanna.

Come detto, il lavabo moderno ha assunto ormai diverse forme per adattarsi sia alle esigenze funzionali sia a quelle di stile: si va dal classico modello ad incasso in ceramica, fino a quelli in materiali non usuali come la pietra e le resine, ai più moderni lavabi a bacinella dei quali abbiamo recentemente parlato in due articoli del blog Delò a proposito dei miscelatori a corpo alto e a parete.

Delo blogpost - curiosita bagno - lavabo antico
Delo blogpost - curiosita bagno - miscelatore lavabo crpo alto TONDA 3021011_

Un bagno... spaziale

Quando pensiamo alla sala da bagno più costosa ci immaginiamo rubinetti d’oro, costosi sistemi di domotica, strumenti per un relax estremo. E invece no. Il bagno più costoso mai realizzato è quello presente sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), la cui progettazione è costata ben 24 milioni di dollari a cui si aggiungono 19 milioni per la realizzazione. Tantissimi soldi se si pensa che, per di più, il comfort è tutt'altro che stellare. L’esperienza di igiene personale sulla ISS infatti è fortemente condizionata dall'assenza di gravità, di acqua corrente e dei sistemi a cui siamo abituati sulla terra ferma. Il consumo di prodotti e di acqua è monitorato e cadenzato in modo da permettere di usufruire al meglio delle scorte a bordo.

Sapevi, per esempio, che l’urina degli astronauti subisce un complesso processo di depurazione che la porta a diventare acqua potabile da consumare a bordo?

E ti sei mai chiesto come si comporta l’acqua in assenza di gravità?

Per saperne di più ti consigliamo i video sulla vita nello spazio che l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti ha filmato durante la sua permanenza sulla ISS: tra questi ti segnaliamo i due in cui la Cristoforetti mostra la toilette spaziale e i prodotti a disposizione per l’igiene personale.

Un mondo variegato

In conclusione, sono tantissime le storie legate al bagno, alla sua storia e alla sua evoluzione. Lo stile e la tecnologia si evolvono in continuazione ma la volontà di creare un ambiente rilassante, pratico e bello da vivere è una costante. Se sei alla ricerca di consigli o di prodotti affidabili, i rivenditori e gli show-room Delò sono a tua disposizione per guidarti nella costruzione del tuo bagno perfetto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori.
Il tuo commento sarà controllato prima della pubblicazione.

Uno o più campi hanno errori. Per favore controlla e prova di nuovo.


Devi accettare la politica sulla privacy prima di continuare.

Grazie per aver inserito il commento: prima della pubblicazione sarà controllato