Il bagno del futuro: le tendenze

L’evoluzione della stanza da bagno tra domotica, ecologia e design

Categoria › Lettura: 3 minuti

Come sarà il bagno del futuro?

Tecnologia e automazione fanno sempre più parte della nostra vita: dalle piccole azioni quotidiane a quelle più articolate, oggi molto può essere gestito con app, device e comandi a distanza.

La casa, il nostro nido domestico, è l’ambiente perfetto per le innovazioni che ci semplificano la vita, come la domotica e l’intelligenza artificiale, perché è proprio qui che desideriamo il massimo della facilità e del comfort… insomma, una vita smart.

Lo smart living è un concetto sempre più diffuso e abbraccia un insieme di pratiche che passano dall’innovazione tecnologica, sposando benessere, innovazione e sostenibilità.

Il bagno è uno degli ambienti domestici che meglio si prestano allo smart living: vediamo insieme quali saranno i must-have per il bagno del futuro.

il bagno del futuro - Delo Magazine - domotica in bagno v2
il bagno del futuro - Delo Magazine - ragazza in doccia v2

Il futuro sostenibile

Quante volte lasciamo l’acqua scorrere mentre ci laviamo i denti? E quante volte indugiamo qualche minuto di più, solo per piacere, sotto al getto della doccia?

Il bagno è l’ambiente domestico con il maggior consumo, e spesso il maggior spreco, di acqua. Il risparmio idrico è una delle basi fondamentali quando approcciamo la salvaguardia dell’ambiente: sembra un dettaglio, invece la sostenibilità passa anche dal bagno di tutti noi.

Per questo lo sviluppo di soluzioni che aiutino nella salvaguardia dell’ambiente è già una realtà: il bagno del futuro per esempio sarà in grado di immagazzinare il calore prodotto dall’acqua e riutilizzarlo, per esempio per scaldare il getto della doccia successiva, ottimizzando così i consumi energetici.

Senza attendere queste evoluzioni, puoi iniziare fin da oggi a risparmiare acqua ed energia nel tuo bagno, installando per esempio un miscelatore termostatico nella tua doccia: è un dispositivo che ti permette di regolare al meglio la temperatura dell’acqua e di mantenerla costante, per il massimo del comfort e un risparmio energetico che nel tempo diventa importante.

La gamma Delò include una linea completa di miscelatori termostatici, adatti a tutte le esigenze. Il loro meccanismo è semplice e intelligente allo stesso tempo: una speciale valvola rileva e regola automaticamente la percentuale di acqua calda e fredda, così che il flusso erogato raggiunga e mantenga la temperatura che abbiamo impostato sul selettore.

Un altro valido alleato è il regolatore dinamico di portata, installato ad esempio sulla Serie Maya di Delò, che ti consente di risparmiare fino al 50% sul consumo di acqua.

E se ti dicessimo che il bagno del futuro potrebbe perfino avvisarti con un segnale acustico se stai consumando più acqua del dovuto?

Un futuro sostenibile e no-waste non può prescindere dalla scelta dei prodotti per la pulizia e la manutenzione: in commercio sono presenti tantissimi prodotti green, con agenti non inquinanti, sia per la pulizia sia per l’igiene personale.

Il bagno del futuro: design minimal e contactless

Dal punto di vista del design, la pulizia delle linee e la neutralità dei colori non sono certo una novità: riviste e siti di arredo tendono spesso verso modelli di ambiente bagno dalle forme essenziali e lineari, che esaltano la purezza visiva dell’insieme.

il bagno del futuro - Delo Magazine - bagno moderno con misceltore delo maya
Bagno moderno | miscelatore Delò Maya in classe A

Ritroviamo questa tendenza anche nella rappresentazione del bagno del futuro, che diventa sempre i più il luogo del relax e del comfort. Una palette di colori tenui unita ad arredi e rubinetteria minimal sono la formula perfetta per rendere immediata la sensazione di pulizia e ordine.

Non dobbiamo dimenticare però che stiamo parlando di futuro quindi, se da un lato si bada all’essenziale, dall’altro ci si aspetta che la tecnologia la faccia da padrone con complementi d’arredo ridotti al minimo, spesso a scomparsa.

Un’altra direzione che si sta seguendo è quella di rendere il bagno sempre più contactless: complice l’esperienza del tempo di pandemia, i sistemi che consentono di essere azionati grazie alle fotocellule sono sempre più diffusi, non solo negli ambienti pubblici, ma anche nelle abitazioni domestiche.

Il bagno intelligente

Dunque per gli anni a venire gli ambienti domestici saranno, gradualmente ma sempre più, comandati con la domotica: nel bagno, il luogo principe del relax, le nuove tecnologie trovano ampia diffusione proprio perché c’è una maggior esigenza di comfort.

Prendiamo ad esempio lo smartphone: il nostro fedele alleato che già ci aiuta ad organizzare tante attività quotidiane, come per esempio la lista della spesa. Quando finisce qualcosa in casa, prendiamo il fidato “telefonino” e integriamo la lista della spesa per la prossima visita al supermercato.

Ma quando finisce lo shampoo e sei sotto la doccia? Ti ricorderai poi di aggiungerlo? Per il bagno del futuro sono allo studio diversi sistemi per dialogare con lo smartphone e le nostre app preferite, per rispondere al telefono e fare quel che faresti normalmente… fuori dalla doccia.

il bagno del futuro - Delo Magazine - smartphone
il bagno del futuro - Delo Magazine - riconoscimento facciale

Nel bagno trovano applicazione anche sistemi che non ti aspetteresti ma che, a pensarci bene, sarebbero proprio una gran comodità, come ad esempio il riconoscimento facciale. In famiglia ognuno ha le sue abitudini: grazie al riconoscimento facciale, il bagno sarà in grado di impostare automaticamente le preferenze personali come l’intensità della luce, magari anche di azionare aroma e musico terapia, la temperatura dell’acqua della doccia e, perfino, di aprire il rubinetto e riempire la vasca.

Una bella comodità, vero?

Vuoi saperne di più?

Scrivici, siamo a tua disposizione

    O rivolgiti ai nostri esperti per una consulenza personalizzata e gratuita

    Dove acquistare